Translate

2 agosto 2012

Gazpacho dell'Andalusia e Cucumber water: due ricettine semplici contro il caldo

Quando arrivano queste temperature l'idea di doversi nutrire e soprattutto con cose cucinate con i fornelli accesi mi atterrisce! Inoltre... come si dice dalle mie parti "io ho 2 di pressione" ed il caldo certo non mi aiuta, ed ecco allora due belle ricettine  fresche fresche utilissime al reintegro di sali minerali e che ci permettono di idratarci senza gonfiarci di bibite gassate o succhi di frutta troppo zuccherini o con il solito semplice sapore dell'acqua di rubinetto (sempre e comunque!!!)

Ogni volta che penso "Gazpacho" mi viene in mente una scena del film di Almodovar "Donne sull'orlo di una crisi di nervi", e questo già mi mette allegria, poi penso alla Spagna, mio grande amore, al caldo, ai pomodori rossi... Mi fermo, altrimenti chissà dove arrivo!
















Antonio Banderas aveva già un certo non so che...




L'acqua al cocomero non è una mia idea, ho scoperto questa idea meravigliosa frequentando dei "Dandy" all'università... ma questa è un'altra storia, diciamo che semplicemente questa acqua aromatizzata al cetriolo era molto in uso ed in voga negli ambienti frequentati da Oscar Wilde e dalla sua cricca.

Gazpacho 
Ingredienti:
1 kg di pomodori rossi (i sanmarzano sono molto saporiti e sufficientemente economici)
mezzo peperone verde, ma va bene anche rosso
1 cetriolo sbucciato da circa 100 gr
40/50 gr di cipolle
1 spicchio di aglio
30 gr di aceto (io lo uso rosso)
50 ml di olio extravergine di oliva
200 ml di acqua molto fredda o 100 gr di cubetti di ghiaccio
frullatore, bottiglia o ciotola
preparazione:
Mettere tutti gli ingredienti tagliati a pezzi anche grossi insieme nel frullatore, tranne l'acqua (o i cubetti di ghiaccio) e l'olio e frullare molto energicamente, poi, per chi possiede un frullatore con tante funzioni l'ideale sarebbe omogeneizzare il frullato per un paio di minuti, altrimenti per chi ha un frullatore semplice il mio consiglio è di frullare un po' più a lungo.
A quel punto aggiungere l'acqua e l'olio e mescolare. Versare il gazpacho in una grande bottiglia (una da 1 litro e mezzo è perfetta) oppure in una grossa ciotola e tenerlo in frigorifero. Io lo utilizzo come vera e propria bevanda, ne prendo un bicchiere quando ho sete, ma può essere utilissimo e carinissimo come antipasto per una cena un po' diversa, in quel caso è meglio preparare dei piccoli crostini da tenere in una ciotolina accanto al gazpacho (tagliare delle fette di pane in quadratini e saltarle su una piastra poco unta per qualche minuto, poi aggiungere del rosmarino secco o qualche altra spezia).

L'acqua al cetriolo invece è tutta un'altra storia


Serve semplicemente dell'acqua e un cetriolo di media grandezza.

Lavare bene il cetriolo e tagliarlo a fette di circa 2/3 mm, poi mettere le fette in una caraffa insieme all'acqua e mettere tutto in frigorifero e dopo qualche ora l'acqua avrà preso un leggero aroma di cetriolo: Bere un bicchiere di questa acqua è davvero un carico di sali minerali ed è molto dissetante. Io spesso faccio cadere una fetta di cetriolo nel bicchiere e poi me lo sgranocchio quando ho finito di bere, è una valida alternativa all'acqua con il limone e mi fa sentire tanto, ma tanto dandy... prima o poi dovrò cimentarmi anche con i sandwich al cetriolo, potrei consumarli leggendo "Il ritratto di Dorian Gray", ma devo trovare un giardino adatto!



Nessun commento:

Posta un commento