Translate

26 marzo 2012

DETERSIVI BIO AUTOPRODOTTI 2









Ritorniamo all'autoproduzione! 

Ecco qui la seconda parte delle ricette/istruzioni per i detersivi autoprodotti

BUCATO:

AMMORBIDENTE

Per non complicarsi la vita si può utilizzare semplicemente 100ml di aceto bianco al posto dell' ammorbidente, l'aceto ha anche una naturale funzione anticalcare.
Se non vi piace l'odore (ma ne rimane davvero poco) si può usare una soluzione di acido citrico al 10%, la dose è la stessa dell'aceto: 100ml a lavaggio.
La soluzione di acido citrico si compra in farmacia (dove è un po' più cara) o su internet, oppure nei negozi che vendono prodotti per enologia o nei consorzi



ANTICALCARE
Oltre ad usare l'aceto come ammorbidente, per decalcificare periodicamente la lavatrice, circa una volta al mese (per le zone con acqua poco dura anche meno frequentemente)  si può fare un lavaggio con programma lungo a 60° C, versando nel cestello la soluzione di acido citrico al 15% (150gr di acido citrico in 1 litro d’acqua) oppure un litro di aceto bianco.













SBIANCANTE E IGIENIZZANTE

Aggiungi un cucchiaio da tavola di percarbonato al detersivo polvere o liquido, è igienizzante già a 30°.
Il percarbonato si compra su internet, ma si può trovare nei grossi ferramenta, quelli che vendono di tutto, compresi i detersivi









SMACCHIANTE

Innanzitutto si possono pretrattare le macchie con sapone di Marsiglia. Se le macchie sono molto grasse aggiungere qualche goccia di detersivo per piatti sulla macchia. 
Per capi bianchi: applica sulla macchia il percarbonato diluito circa un'ora prima del lavaggio (la densità deve essere più morbida di un budino), questo trattamento va fatto solo su capi resistenti, evitare lana e seta
Per sbiancare i grembiuli: lasciare la biancheria in ammollo per una notte in acqua fredda e bicarbonato.



PULIZIE:


DETERSIVO PIATTI (e lavastoviglie)
3 limoni, 400 ml di acqua, 200 g di sale, 100 ml di aceto bianco
Taglia i limoni a rondelle, 4-5 pezzi, circa 4 o 5 rondelle a limone, e poi togli i semi (tieni la buccia) 
Frulla con un mixer insieme ad un po' di acqua e al sale.*
Mettere la poltiglia in una pentola, aggiungi acqua e aceto e fai bollire per circa 10 minuti mescolando, affinché non si attacchi. Quando si è addensata e raffreddata metti la poltiglia in barattoli di vetro tipo quelli della marmellata.
Per lavare i piatti basta "sporcare" la spugnacon questa poltiglia e poi passarla normalmente sui piatti. Se le stoviglie sono molto... molto unte... allora bisogna aggiungere sulla spugnetta un po' di detersivo classico piatti a mano
Per i temerari che volessero utilizzarlo anche in lavastoviglie: le dosi sono: Due cucchiai da minestra. Bisogna avere l'accortezza di NON mischiare il detersivo fai da te a quello classico per lavastoviglie. 
*Per evitare che il filtro lavastoviglie si intasi bisogna essere sicuri che la poltiglia sia molto fine, quindi frulla a lungo e molto finemente la poltiglia




PULITUTTO E LAVAVETRI

Per 500 ml: 100 ml di alcool per liquori (o alcool etilico, quello rosa, che è molto più economico, ma ha un odore forte), 400 ml di acqua distillata (sa l'acqua del vostro acquedotto è troppo calcarea perché lascerebbe macchie di calcare sulle superfici lavate, altrimenti si può utilizzare quella del rubinetto!!!), 8-10 gocce di detersivo per piatti, per chi vuole esagerare: qualche goccia di olio essenziale
Miscela tutti gli ingredienti in uno spruzzino.
nota: l'Alcool è UN DETERGENTE MA NON UN DISINFETTANTE e non è tossico per l’uomo e l’ambiente.

Nessun commento:

Posta un commento